Il tuo fornitore di servizi per la protezione passiva al fuoco!

Protezione passiva al fuoco

Protezione passiva al fuoco

PROTEZIONE INCENDI

Le misure di protezione passiva

L’incendio, un evento eccezionale che potrebbe manifestarsi nel periodo di vita utile di una costruzione, comporta una combustione accompagnata da sviluppo di calore, fiamme, fumo e gas caldi.

Gli obiettivi fondamentali delle strategie antincendio sono indicati dalla Direttiva Europea 89/106/CEE (recepiti nella regola tecnica italiana DM 9 Marzo 2007) che prescrive che le costruzioni devono essere progettate, realizzate e gestite in modo da garantire:
– la stabilità degli elementi portanti per un tempo utile ad assicurare il soccorso agli occupanti;
– la limitata propagazione del fuoco e dei fumi, anche riguardo alle opere vicine;
– la possibilità che gli occupanti lascino l’opera indenni o che gli stessi siano soccorsi in altro modo;
– la possibilità per le squadre di soccorso di operare in condizioni di sicurezza.

Per raggiungere tali obiettivi è importante bilanciare in modo corretto misure di prevenzione e misure di protezione (attiva e passiva), cercando di eliminazione le cause di innesco e adoperando soluzioni per la salvaguardia delle persone.

Prevenzione incendi: le misure di protezione passiva

L’insieme delle misure di protezione che non richiedono l’azione di un uomo o l’azionamento di un impianto sono quelle che hanno come obiettivo la limitazione degli effetti dell’incendio nello spazio e nel tempo ( garantire l’incolumità dei lavoratori, limitare gli effetti nocivi dei prodotti della combustione, contenere i danni a strutture, macchinari, beni, ecc).

Questi fini possono essere perseguiti con: barriere antincendio (isolamento dell’edificio; distanze di sicurezza esterne ed interne; muri tagliafuoco), strutture aventi caratteristiche di resistenza al fuoco commisurate ai carichi d’incendio, materiali classificati per la reazione al fuoco, sistemi di ventilazione, sistema di vie d’uscita commisurate al massimo affollamento ipotizzabile dell’ambiente di lavoro e alla pericolosità delle lavorazioni.

La resistenza al fuoco delle strutture rappresenta una delle fondamentali strategie di protezione da perseguire per garantire un adeguato livello di sicurezza della costruzione in condizioni di incendio e riguarda: la capacità portante in caso di incendio e la capacità di compartimentazione che permette di suddividere un edificio in zone ermeticamente impermeabili agli effetti di un incendio al fine di ridurre il rischio specifico di propagazione dell’incendio.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi